REDMI il nuovo sub-brand di XIAOMI

 Il colosso cinese XIAOMI a fine 2018 dichiarò che col nuovo anno REDMI sarebbe diventato un vero e propriosub-brand, allo stesso modo della Honor, da anni sub-brand della Huawei. Non solo l’annuncio di REDMI come nuovo sub-brand di XIAOMI, ma anche lancio di un nuovo progetto. Sempre a fine 2018 si stava sviluppando un progetto di XIAOMI che puntava allo sviluppo di un dispositivo con una fotocamera da 48 megapixel. Le voci che circolavano su questo progetto, insieme all’annuncio di XIAOMI e infine il lancio pubblicitario con il logo REDMI che proietta sullo sfondo sfumato, un’ombra a formare il numero 4.800, con riferimento ai 48 megapixel della fotocamera, ha preparato un tappeto Rosso per il lancio del primo smartphone del sub-brand REDMI.

Il famoso evento organizzato per presentare REDMI come nuovo sub-brand di XIAOMI, tenutosi lo scorso 10 Gennaio in Cina, ha presentato la nascita di un vero e proprio brand indipendente. Il primo smartphone con il logo della REDMI è il Redmi Note 7.

XIAOMI ha affermato che REDMI avrà il compito di presentare smartphone puntando sul rapporto qualità prezzo, focalizzandosi soprattutto sulla vendita online puntando su un pubblico giovane e abituato al web.

Può essere un boomerang la creazione di un sub-brand? Perché un’azienda affermata decide di investire nella creazione di un sub-brand?  Una società che punta a creare un sotto marchio ha sempre l’obiettivo di valorizzare il proprio brand. La scelta di rendere REDMI come nuovo sub-brand di XIAOMI ha lo scopodi rafforzare ancora di più il brand cinese in quanto resterebbe il responsabile della maggior parte delle spedizioni a prezzi altamente competitivi sul mercato mantenendo l’attuale rapporto qualità/prezzo che ha permesso all’azienda cinese di essere al quarto posto nella classifica dei principali produttori di smartphone.

Posted in News By

Bestdigit